| The Post Internazionale

La lunga marcia dei rifugiati verso Berlino

Sono stati in cammino per 600 chilometri. Lanciando un messaggio forte: "Asilo e libertà sono nostri diritti". Ora vogliono una risposta dal governo

di Amedeo G. Goria

 

La condizione in cui i richiedenti asilo politico sono costretti a vivere in Germania è “miserabile”. Questo è il motivo che ha spinto un gruppo di oltre 200 rifugiati, provenienti principalmente da Pakistan, Iran, Burkina Faso e Afghanistan, a intraprendere una lunga marcia di protesta, dalla Baviera fino a Berlino. L’hanno chiamata Refugee Protest March, una marcia 'di liberazione' che li ha portati a oltrepassare molti confini. Tra i primi quello del distretto di Würzburg, infrangendo così l’obbligo di residenza che li vincola a non allontanarsi per più di 40 chilometri dal centro di accoglienza loro assegnato.

 

Continua a leggere su: The Post Internazionale

Fai Notizia è il format di inchieste distribuite di Radio Radicale

Team: Simone Sapienza, Daniela Sala,
Lorenzo Ascione
 
Sito web: Mihai Romanciuc
 
Vuoi collaborare? Scrivi a internet@radioradicale.it

feedback