| Giornalettismo

I mille eroi dell’ospedale Idi

In tanti rischiano il posto negli ospedali gestiti dal Vaticano. Lavorano anche se da quattro mesi non c'è stipendio. Sei di loro sono sul tetto da venti giorni e hanno iniziato lo sciopero della fame. Storia di un nosocomio sotto inchiesta, con un buco in bilancio da milioni di euro.

Di Stefania Carboni
 

Un gioiello della sanità ecclesiastica, eccellenze nella ricerca, 80mila euro di incassi al giorno in visite e prestazioni sanitarie. Ma anche un buco da 600 milioni di euro, bilanci mai resi pubblici, 1800 dipendenti che rischiano il posto e sei persone su un tetto che fanno lo sciopero della fame da mezzanotte. E’ questo l’aspetto dell’Idi San Carlo, in via Monti di Creta, ora pieno di striscioni, bandiere e un presidio. Dietro tutto la congregazione Figli dell’Immacolata. I lavoratori non ricevono più un euro da quattro mesi. E continuano a lavorare, come il primo giorno.

 

continua a leggere su: Giornalettismo

Fai Notizia è il format di inchieste distribuite di Radio Radicale

Team: Simone Sapienza, Daniela Sala,
Lorenzo Ascione
 
Sito web: Mihai Romanciuc
 
Vuoi collaborare? Scrivi a internet@radioradicale.it

feedback