L'ora d'aria dell'informazione

Scheda

Autori:
Simone Sapienza
Valentina Ascione
Pasquale Anselmi
Data: 27 ottobre, 2011 - 19:49

Da giugno a oggi i temi della giustizia e delle carceri sono stati presenti in appena lo 0,8 per cento delle notizie nei telegiornali e negli spazi di approfondimento.

Per questo motivo durante i mesi di agosto, settembre e ottobre Radio Radicale è entrata in otto diversi istituti di pena per raccogliere testimonianze e dare voce a detenuti, direttori, agenti, educatori, psicologi, cappellani e altri operatori: tutti membri di una comunità penitenziaria sofferente e tutti prigionieri di un sistema ormai al collasso.

Nasce così “Giustamente” (titolo inglese Just(ice) in Italy). Non una semplice video-inchiesta, ma un viaggio esclusivo all’interno di alcune tra le realtà più problematiche del pianeta carcere; in angoli remoti, in cui nessuna telecamera era mai entrata prima, dove vivono stipate migliaia di persone, confinate oltre i limiti della legalità costituzionale, tra miseria e solitudine, ai margini di una società per lo più ignara del dramma che ogni giorno si consuma nelle nostre galere.

Radio Radicale ha poi scelto di mettere il proprio materiale a disposizione di telegiornali e reti televisive pubbliche e private, per favorirne la maggior diffusione possibile e riparare, almeno in parte, al grave deficit di informazione su un tema rimosso dall'agenda politica del nostro Paese.

Per informazioni e contatti:

simone.sapienza@gmail.com

ascione.valentina@gmail.com

INFORMAZIONE: GIUSTIZIA E CARCERE NON SONO ARGOMENTI NOIOSI PER L’OPINIONE PUBBLICA. RECORD DI ASCOLTI PER SERVIZI E APPROFONDIMENTI IN ONDA SU RAI E MEDIASET CON LE IMMAGINI DI RADIO RADICALE

Dati dimostrano che c’è interesse del pubblico quando media se ne occupano.

Gli ascolti hanno premiato i telegiornali e i programmi di approfondimento che nell’ultima settimana hanno scelto di occuparsi della grave situazione delle carceri italiane, mandando in onda le immagini di “Giustamente”, la video-inchiesta a cura di Valentina Ascione, Simone Sapienza e Pasquale Anselmi, prodotta da Radio Radicale per il sito FaiNotizia.it.

Qualche esempio: il servizio sulla crisi del sistema penitenziario con le immagini girate da Radio Radicale, andato in onda come 13esima notizia su 19 nell’edizione del Tg5 delle 20 il 27 ottobre scorso, ha registrato un ascolto medio di 5.430.188 e lo share del 20,83 per cento, superando di quasi 350 mila telespettatori la media dell’edizione che si è attestata a quota 5.082.949 con uno share del 20,18 per cento.

L’edizione del Tg3 delle 19 di venerdì 28 ottobre ha registrato un ascolto medio di 2.630.731 con uno share del 15,1%, ma il servizio sullo stato delle patrie galere, con le immagini della casa circondariale di Brescia Canton Mombello girate da Radio Radicale, è stato seguito da 3.136.044 telespettatori, con uno share medio del 16,42%. Facendo dunque registrare 505.000 telespettatori in più della media dell’edizione, nonostante fosse la penultima notizia in scaletta.

Ma non è tutto. La puntata del 30 ottobre dell’approfondimento del Tg5 “Terra!” dal titolo “Codice a sbarre”, interamente dedicata al carcere con ampi estratti dell’inchiesta di Radio Radicale e un’intervista alla deputata radicale Rita Bernardini ha incassato il record di ascolti della stagione superando anche la puntata speciale sugli scontri del 15 ottobre.

Alla luce di questi dati, ora che il tabù è stato infranto, non c’è davvero più ragione per l’informazione di sacrificare quel che il Presidente della Repubblica ha definito “una prepotente urgenza sul piano costituzionale e civile”.

Tutti gli spazi televisivi

Tg3 - 28 ottobre ore 19 - sul carcere di Brescia

Tg3 - 2 novembre ore 19 -  servizio sul carcere di Sassari

Tg3 - 6 novembre ore 19 - servizio sul carcere di Favignana

"Terra!" di Canale 5 - 30 ottobre ore 23.40

Tg5 - 27 ottobre ore 20 - Servizio sull'inchiesta di Radio Radicale (in attesa della digitalizzazione)

 

Fai Notizia è il format di inchieste distribuite di Radio Radicale

Team: Simone Sapienza, Daniela Sala,
Lorenzo Ascione
 
Sito web: Mihai Romanciuc
 
Vuoi collaborare? Scrivi a internet@radioradicale.it

feedback