Trastevere, il futuro delle botteghe tra turismo e movida

Scheda

Autori:
Natascia CIRIMELE
Daniela SALA
Credits:
Musiche: Löhstana David - "Dans un petit verre d'eau"
Data: 5 novembre, 2014 - 14:31

Il quartiere è profondamente cambiato: accanto all'espansione delle attività di ristorazione oggi troviamo ancora botteghe artigianali, negozi di antiquariato e di restauro. Ultime testimonianze di ciò che è stato il motore economico del centro di Roma. L'emergere del coworking come modello che punta molto alla sinergia dei talenti.
 
Il quartiere di Trastevere, a Roma, era tradizionalmente un quartiere artigiano e popolare. Ma il rione più romanesco della città è ormai da anni profondamente cambiato: accanto all'espansione delle attività di ristorazione e somministrazione, oggi troviamo ancora botteghe artigianali, negozi di antiquariato e di restauro, ma sono solo le ultime testimonianze di un artigianato che è stato, per anni, motore economico del centro di Roma.
Da diversi anni i residenti storici hanno abbandonato il centro a causa del caro affitti. Il cambiamento del quartiere, la crisi economica e il continuo aumento dei contratti di locazione stanno mettendo in difficoltà anche gli ultimi artigiani rimasti e da centro produttivo il centro storico di Roma si è trasformato in vetrina turistica. Una trasformazione che contrappone l'anima storica di un quartiere che cerca di resistere al cambiamento al mercato crescente del 'mangia e bevi'.
Fra chi rimpiange il passato e chi guarda positivamente alle nuove prospettive di mercato, la politica cerca di porsi come intermediario: il Testo unico sul commercio, approvato dalla regione Lazio nel giugno 2014, restituisce agli Enti locali alcune funzioni e prevede lo stanziamento di 15 milioni di euro in incentivi per la formazione di reti d'impresa di vicinato e di 3 milioni di euro per la salvaguardia dei locali storici, che comprendono sia botteghe d'arte e artigiane con 70 anni di attività, che attività di vario genere continuative da almeno 50 anni, compresi cinema, teatri e librerie. Resta però da decidere fino a che punto sia lecito aiutare gli esercizi storici.
 
Interviste a
Lorenzo Tagliavanti, direttore Cna Lazio
Graziella Manca, consigliere Sel del I municipio
Serena Sileoni, vice-direttrice dell’Istituto Bruno Leoni
Simona Basili, ideatrice del progetto “Botteghiamo”
Pietro Filoso, tornitore,
Giuseppe Ciuffetti, pellettiere
Rita Revelli, restauratrice
Luigi Ciani, tappezziere
Mario Topai, Associazione cittadini di Trastevere
Susanna Bacci, decoratrice - Bottega delle donne
Valentina Emanuele, restauratrice - Bottega delle donne
Stefania Squillante, decoratrice - Bottega delle donne 

Fai Notizia è il format di inchieste distribuite di Radio Radicale

Team: Simone Sapienza, Daniela Sala,
Lorenzo Ascione
 
Sito web: Mihai Romanciuc
 
Vuoi collaborare? Scrivi a internet@radioradicale.it

feedback