Intervista a Damiano Di Simine, Presidente di Legambiente Lombardia

Scheda

Autori:
Maurizio Bongioanni
Data: 4 aprile, 2013 - 13:58

Dal 2001 a oggi, appena 17 delle 192 opere previste dalla Legge Obiettivo è stato realizzato. Per le altre 175 l'iter procedurale va avanti, benché si sappia già che non verranno mai finite. Intanto si sono spesi, solo per la progettazione, 1,5 miliardi di euro per opere che non vedranno mai la luce.
Nuovi debiti pubblici si creano attraverso crediti di imposta inseriti nell'ultimo decreto sviluppo per mano di Corrado Passera,  Ministro dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti del Governo Monti. Ciò significa che le società che prendono parte al progetto non pagheranno le tasse IRES e IRAP: un'eccezione tutta italiana e anche una concorrenza sleale se vista con occhio europeo.
La Legge Obiettivo (alla quale tutti i ministri delle infrastrutture, di destra e sinistra, hanno aggiunto nuove opere) pare aver l'unico scopo di costruire in modo più facile dal momento che la Valutazione di Impatto Ambientale si fa una volta sola invece che ad ogni step. 
 
Questo e altro ancora è stato affrontato nell'intervista a Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia, con un focus sul nodo autostradale lombardo: Pedemontana, TEEM e Bre.Be.Mi.

Fai Notizia è il format di inchieste distribuite di Radio Radicale

Team: Simone Sapienza, Daniela Sala,
Lorenzo Ascione
 
Sito web: Mihai Romanciuc
 
Vuoi collaborare? Scrivi a internet@radioradicale.it

feedback