Tutti a casa. Nostra Daniela Sala

Hein, Cir: "Dublino? Un sistema che non può funzionare"

Il regolamento di Dublino è il regolamento europeo che determina lo Stato membro dell'Unione europea competente a esaminare una domanda di asilo. E di solito (salvo poche eccezioni, come la presenza di familiari stretti in un paese) lo Stato membro competente è quello in cui il richiedente asilo ha messo piede per la prima volta nell'Unione Europea.

Un approccio che Christopher Hein, fondatore e presidente del Consiglio italiano dei rifugiati, non esita a definire “inumano” perché “non tiene conto dei bisogni reali e individuali dei richiedenti asilo e sul lungo periodo ostacolo a integrazione”.

 

Il regolamento di Dublino è poi spesso messo in discussione dai paesi di frontiera che, si dice, a causa della posizione geografica sarebbero soggetti ad una pressione esagerata. In realtà però i numeri contraddicono almeno in parte questo scenario visto che il paese che ha ricevuto il maggior numero di richieste di asilo nel 2013 è la Germania (126mila), seguita dalla Francia (64mila) e dalla Svezia (54mila). L’Italia è al quinto posto con 27.930 domande. “Un’ulteriore spia - secondo Hein - di un sistema che non può funzionare”.

Le alternative? Ad esempio, spiega sempre il presidente del Cir, il “mutuo riconoscimento dello status di asilo tra gli Stati membri”, dando ad esempio la possibilità ai rifugiai di spostarsi liberamente per lavoro in altri paesi europei.

Hein smentisce infine le dichiarazioni del segretario della Lega Nord Matteo Salvini secondo il quale i veri i rifugiati sarebbero solo il 10% di quelli che fanno domanda e che quindi delle persone arrivate via mare sono una piccolissima percentuale avrebbero diritto all’asilo: “In realtà - sottolinea Hein - la vera novità è proprio che sempre più persone che hanno diritto a richiedere protezione arrivano via mare. Se guardiamo ai numeri sarebbero circa il 30% sul numero di arrivi complessivo”.

 

 

 

Fai Notizia è il format di inchieste distribuite di Radio Radicale

Team: Simone Sapienza, Daniela Sala,
Lorenzo Ascione
 
Sito web: Mihai Romanciuc
 
Vuoi collaborare? Scrivi a internet@radioradicale.it

feedback