Democrazia Daniela Sala

"Non dimenticarsi degli attivisti": il progetto di "Un ponte per" per le donne di Baghdad

 

“Spesso si parla di diritti umani dimenticandosi il ruolo degli attivisti: come se i diritti nascessero dal nulla e potessero essere garantiti senza un lotta quotidiana da parte di persone che dedicano le loro scelte e la loro vota a questa battaglia”. Ismaeel Dawood è responsabile per "Un ponte per" di un progetto che si chiama Shahrazad, avviato a Baghdad, la capitale dell’Iraq, a inizio anno. Si tratta di un centro per attiviste dei diritti umani: giornaliste, avvocate, attiviste che hanno scelto di dedicare la loro vita alla lotta per affermare i diritti non solo delle donne ma di tutti.

 

Si lavora, spiega Dawood, soprattutto sulla formazione, in ambito informatico, di sicurezza e legale. E si cerca di sostenere la creazione di una rete. “Sono loro le perone - conclude Dawood - che possono davvero cambiare la nostra società in positivo”.

Fai Notizia è il format di inchieste distribuite di Radio Radicale

Team: Simone Sapienza, Daniela Sala,
Lorenzo Ascione
 
Sito web: Mihai Romanciuc
 
Vuoi collaborare? Scrivi a internet@radioradicale.it

feedback