Democrazia Daniela Sala

Front Line Defenders, l'Ong irlandese che sostiene i difensori dei diritti nel mondo

Oltre mille persone di oltre 80 paesi diversi: tanti sono difensori dei diritti umani sostenuti in questi anni dall’organizzazione non governativa Front Line Defenders. Fondata a Dublino nel 2001 l’Ong sostiene gli attivisti attraverso diversi programmi: “Forniamo assistenza legale e medica - spiega Andrea Rocca, responsabile dei programmi di protezione a Front Line Defenders  -. Nel caso in cui la vita della persona sia in pericolo la aiutiamo ad allontanarsi temporaneamente”. Un altro programma prevede invece la formazione degli attivisti e per quanto riguarda la gestione del rischio.

 

“E poi ci ci occupiamo di advocacy e di fare lobby presso gli organismi istituzionali dell’Onu o le ambasciate europee, a seconda dei casi”. Ultimo, ma non meno importante, c’è anche un programma di visibilità: “Possono servire in alcuni casi delle campagne di informazione a sostegno degli attivisti che a volte subiscono una vera e propria diffamazione nel loro paese”.

Oggi, conferma Rocca, le minacce per gli attivisti sono cresciute quasi ovunque. L’Irlanda ha tra le altre cose istituito dei canali preferenziali per la concessione di un visto temporaneo in tempi rapidi ai difensori dei diritti umani in pericolo. La scelta della ricollocazione temporanea è comunque l’ultima istanza: “L’obiettivo di organizzazioni come la nostra  - conclude Rocca - è fare in modo che gli attivisti possano rimanere nel paese e continuare il loro lavoro”.

Fai Notizia è il format di inchieste distribuite di Radio Radicale

Team: Simone Sapienza, Daniela Sala,
Lorenzo Ascione
 
Sito web: Mihai Romanciuc
 
Vuoi collaborare? Scrivi a internet@radioradicale.it

feedback